Vene Varicose in Gravidanza - prevenirle con Viparita Karani Mudra

Nella pratica dello yoga in gravidanza sono molte le pratiche e gli asana che possono aiutare le mamme in gravidanza a gestire al meglio i cambiamenti nel proprio corpo. Oggi in particolare guarderemo a come prevenire il formarsi delle vene varicose attraverso una posizione chiamata Viparita Karani Mudra. Questa posizione può anche essere mantenuta, in versione Restorative yoga (come nella foto), fino a 15 minuti ed è una posizione efficace ma anche estremamente rilassante.


Molte donne soffrono di gambe gonfie o affaticate durante la gravidanza. L'alterazione ormonale che avviene durante la gravidanza causa una maggiore distensibilità dei vasi sanguigni. Ciò è anche aggravato dal fatto che c'è un aumento del volume del sangue, di circa il 20%, che porta ad un maggiore affaticamento delle vene.


Anche l’aumento del peso corporeo incrementa la pressione sulle vene delle gambe. Il sangue di ritorno fluisce, più lentamente verso il cuore, soprattutto nelle vene delle gambe. Il sangue ristagna nelle vene, manifestandosi anche sotto forma di puntini e aghi sottili, prurito e dolore alle gambe. In più, il sangue ristagnante causa la fuoriuscita di liquidi nei tessuti circostanti, che a sua volta provoca il gonfiore delle gambe, in particolare delle caviglie. Le vene varicose sono il risultato di questi processi.


Una delle posizioni consigliate nello Yoga è Viparita Karani, potete poi vedere nella foto la posizione. Per entrare correttamente nella posizione:

  • posizionate i cuscini e la coperta

  • sedetevi lateralmente al cuscino, una spalla vicino al muro e l'altra verso il centro della stanza, rotolate lentamente indietro, sostenendovi con le braccia, e portate le gambe sul muro

  • giocate con la distanza dal muro in modo da trovare la posizione ideale per il corpo e in base alla flessibilità delle vostre gambe

  • allineate bene pavimento pelvico, addome, cuore e testa

  • rilassate la schiena

  • braccia ai fianchi, palmi verso l'alto

Mantenete la posizione dai 5 ai 15 minuti e troverete un senso meraviglioso di sollievo, sentirete le gambe ravvivate e la schiena rilassata. Inoltre a causa dell'inversione del corpo, il diaframma non deve più lavorare contro la forza di gravità, e ciò favorisce un'espirazione più completa che fa si ci sia uno scambio gassoso maggiore, un'eliminazione completa delle tossine e aiuta anche a rallentare la frequenza cardiaca che a sua volta diminuisce la pressione sanguigna.


Mentre siete nella posizione rilassate completamente il corpo, può essere avrete bisogno di qualche piccolo aggiustamento, magari se il bambino si muove, e piano piano entrerete in uno stato di rilassamento più profondo.


Per uscire dalla posizione evitate ogni movimento 'scattoso' giratevi sul fianco, rimanete ancora un paio di respiri e poi lentamente sostenendovi con le braccia tornate a sedere.


Om shanti shanti shanti.


Per chi è interessato a provare una meravigliosa esperienza di yoga in gravidanza vi aspetto al primo ritiro yoga mamme in gravidanza che farò presso il mio centro a Villa Yoga Ronzone. qui più informazioni: https://www.villayogaronzone.com/weekend-yoga-donne-in-gravidanza/



65 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti